Thursday, May 9, 2013

Diamanda Galas + Vladislav Shabalin = Vicino / lontano - Aquarium


Vladislav Shabalin e Diamanda Galas
EX CHIESA DI SAN FRANCESCO, UDINE

Vicino / lontano - Aquarium. Installazione sonora concepita quale sviluppo dell'omonimo trittico, composto da imponenti lastre di pietra contenenti un centinaio di pesci fossili di varie specie e dimensioni.

Diamanda Galas

Presentata in anteprima a Basilea nel giugno 2011, l’installazione sonora Aquarium è il risultato della collaborazione fra l’artista russo Vladislav Shabalin e la musicista Diamanda Galás

L’opera è concepita quale sviluppo dell’omonimo trittico, composto da imponenti lastre di pietra contenenti un centinaio di pesci fossili di varie specie e dimensioni ed è stata realizzata da Shabalin nel laboratorio paleontologico Geoworld di Cividale del Friuli dai resti di un fondo di lago preistorico (50 milioni di anni). Ispirata alla catastrofe ecologica causata dallo sversamento di petrolio nel Golfo del Messico in seguito all’incidente sulla piattaforma della BP, rappresenta un acquario i cui pesci fossili, testimonianze di un’esistenza remota, sono altrettante ombre in un futuro mare senza vita. L’impatto emozionale è moltiplicato dal canto potente, doloroso e inquieto della Galás in un brano da Vena Cava

Vladislav Shabalin Pittore, grafico, scultore, attivo fin da giovanissimo negli ambienti della dissidenza artistica nell’ex URSS, ha fondato “Avantgarde”, la prima galleria di arte non ufficiale in Ucraina, dopo aver pagato la sua battaglia per la libertà di espressione anche con l’ospedale psichiatrico. In Italia dal 1992, dal 1996 lavora come restauratore di fossili, dai quali ha tratto ispirazione per un’inedita forma d’arte. 

Diamanda Galás Compositrice, vocalist, pianista statunitense di origine greca. Personaggio unico nel panorama dell’avanguardia musicale per l’originalità delle sue performance e l’impegno nelle grandi questioni del nostro tempo. AIDS, oppressione, torture, il genocidio armeno sono fra i temi delle sue composizioni. Fra i suoi lavori più conosciuti, Plague Mass e Vena Cava. 

Stefano Piccini Geologo e paleontologo, è presidente del Gruppo Geoworld. Da oltre 25 anni si interessa di giacimenti di fossili e minerali. Opera in tutto il mondo per la raccolta e il recupero dei reperti, collaborando con musei e prestigiose istituzioni di ricerca scientifica. 

Arte fossile:
Nuovo linguaggio espressivo nel quale si fondono arte e scienza, ideato nel 2007 da Vladislav Shabalin con il sostegno del paleontologo Stefano Piccini. L’intervento va oltre il restauro del fossile e mira a rafforzarne concettualmente il valore testimoniale, aggiungendo nuovi significati attraverso un’azione artistica che non ne altera la natura di reperto scientifico. 

L’installazione, parte integrante del palco nella chiesa di San Francesco, sarà fruibile ogni giorno, la sera, al termine del programma dei confronti. 

Inaugurazione 9 maggio ore 23.30 

ex Chiesa di San Francesco 
largo Ospedale Vecchio, 1 - Udine

COMMENTO:
L'incontro tra arti figurative ed arte musicale / sonora permette l'accostamento di artisti che a prima vista apparirebbero lontani, esteticamente e poeticamente.

Questo connubio tra la Galas (musicista d'avanguardia) e un artista che lavora su reperti paleontologici sembrerebbe la cosa più improbabile! Ed invece...

Ricordiamo anche la collaborazione tra Cesare Berlingeri, l'inventore della "tela piegata", storica presenza nel campo dell'arte contemporanea italiana, e il compositore nipponico KK Null (e Zeni Geva), tra i più avanguardisti della scena noise mondiale non per nulla ha collaborato con nomi quali John Zorn, Sonic Youth, Mike Patton, ecc), per la realizzazione dell'installazione "Aria, acqua, terra, fuoco" presentata in anteprima nel 2012.

Cesare Berlingeri




No comments:

Post a Comment